top of page

51.

DENSITY

DAPHNE KOTSIANI & ILIAS GEORGIADIS

23 MARZO - 27 APRILE 2O24

Sabato 23 Marzo 2O24, INTERZONEGALLERIA presenta la mostra DENSITY dei fotografi greci Daphne Kotsiani & Ilias Georgiadis.


DENSITY è la prima mostra in duo di Kotsiani & Georgiadis, è un viaggio nella memoria, nella natura paesaggistica e umana, nell’immaginazione e nel sogno. «Come duo fotografico creiamo immagini poetiche che esplorano il rapporto tra lo sguardo fotografico e le associazioni di memoria. Traiamo ispirazione dai fenomeni naturali, dalla geografia e topografia dei paesaggi e altro ancora, e usiamo la memoria come strumento creativo per plasmare la nostra visione comune in un modo che riflette l'esperienza umana e crea luoghi immaginari puri...»


La mostra fotografica a INTERZONEGALLERIA ― prima assoluta mondiale ―, si articola tra sequenze di una dozzina di dittici in medio formato, in contrapposizione con fotografie individuali stampate in piccolo formato, in una costante ricerca di unicità e dialogo tra i due autori.

Ilias e Daphne ci raccontano che «l'idea è che su ogni parete della galleria si giochi con il concetto di densità utilizzando differenti implementazioni.» Bianconero e colore monocromatico, dal grande formato al piccolo, con differenti tecniche di stampa e su differenti supporti, per sottolineare narrazioni non lineari. «Combiniamo diverse tecniche e gesti espressivi per creare narrazioni sublimi e inquiete che sfidano e superano la linearità. Crediamo che l'arte sia un modo di comunicare con il Cosmo, e che il mondo naturale sia un ritratto simbolico della psiche umana.»


La mostra Densitysi compone sia di immagini scaturite da These Earthly Shores di Daphne Kotsiani - paesaggi poetico―simbolici che si riferiscono alla memoria, realizzati in Islanda nel corso di quattro anni di ricerca; sia del lavoro di Ilias Georgiadis intitolato Forecast, opere di un percorso antropocentrico e allegorico di fotografia poetica, realizzato negli ultimi cinque anni.


«Per Density, stiamo lavorando insieme, io e Daphne, per creare i dittici e le narrazioni di gruppo.

La densità del corpus del lavoro, è stata creata e sviluppata negli ultimi due anni, sperimentando l'idea della coesistenza delle immagini di ciascuno.

L'idea di base è l'atto creativo nel realizzare un’unità. In questo senso le immagini non sono state create avendo in mente da subito l’unione in dittico, ma diventano tali e coesistono organicamente dopo la loro creazione.

L’influenza reciproca è quindi costante e naturale.»


Per i due artisti “nessuna lingua può esistere senza poesia”, e dunque «se accettiamo che la fotografia è un linguaggio, allora dobbiamo espiare, capire e apprezzare il puro valore poetico nel fare immagini. Un valore amplificato dalla bellezza sottile, esoterica e significativa che circonda l'assenza di un orizzonte temporale lineare e comprensibile e la mancanza di spazi riconoscibili in questo nuovo universo. In questo contesto, il processo creativo per noi fotografi può iniziare come un archetipo di irrazionalità fondamentali, ma lentamente, si apre nella necessaria espressività delle agonie personali dell'artista. Agonia che riassume la nostra reazione come specie al dramma della nostra "condizione umana" e alla nostra connessione con la natura.»


I fotografi Ilias Georgiadis e Daphne Kotsiani saranno presenti al vernissage della mostra Sabato 23 Marzo 2O24 dalle 19 alle 22.


Ilias Georgiadis, è nato nel nord della Grecia, inizia a sperimentare il mezzo fotografico all'età di 19 anni. Nel 2011, dopo lunghi viaggi in solitaria, interrompe i suoi studi universitari in matematica e si dedica in modo ossessivo alla fotografia. Si concentra fino dal 2012 su ciò che preferisce chiamare “creazione di immagini poetiche” nel contesto attuale delle questioni sociali e interpersonali sulla condizione umana. Il lavoro di Ilias è stato esposto in mostre personali e di gruppo in tutto il mondo, in festival internazionali in Europa, Asia e Australia ed è stato pubblicato in cataloghi, articoli di approfondimento, interviste e altre pubblicazioni on-line e cartacee. Le sue stampe fanno parte di varie collezioni private, e i suoi photobook "Over.State", "Vialattea" e "Forecast" fanno parte di biblioteche pubbliche. Ha vinto premi prestigiosi e i suoi photobook sono stati inclusi in numerosi best-of list. Dirige e cura il programma di mentoring "Fortnight", il workshop "The Poetic Encounter" e altre master class in fotografia. Nel 2022 ha pubblicato il suo primo libro di poesie "Κρύπτες από δάφνη" (Ο Μωβ Σκίουρος-2022) in greco. Nel maggio del 2023 pubblica il suo terzo photobook "Forecast". Dal maggio 2023 è il nuovo direttore creativo della casa editrice Origini Edizioni di Livorno.

Daphne Kotsiani è nata a Salonicco, in Grecia. Ha studiato pianoforte classico e lavora come musicista, partecipando a numerosi concerti e festival nel campo della musica classica contemporanea, sperimentale e improvvisata. Ha sviluppato un grande interesse per la fotografia che usa come mezzo principale di espressione e di esplorazione. Combinando tecniche analogiche e digitali creare la sua personale sensazione/associazione con il mondo naturale e il soggetto, espressione più personale per realizzare una fotografia meno realistica. Ha partecipato a mostre personali e collettive, festival di fotografia e fiere, e il suo lavoro è stato pubblicato in varie riviste fotografiche. Ha pubblicato tre libri fotografici: “ICELAND-In the Land of Ice and Fire”, “Beyond The Arctic Circle” e “After Echo”.


https://www.iliasgeorgiadis.com

https://www.daphnekotsiani.com/

https://originiedizioni.com/


Ilias Georgiadis & Daphne Kotsiani | DENSITY

in mostra 23.O3.2O24 | 2O.O4.2O24

martedì - venerdì, ore 15 – 2O

sabato 11 – 13 e 16 – 2O

bottom of page