06.

Il Tempo della Messe

fotografie di Marco Spaggiari

In mostra dal 10 Giugno al 25 Luglio 2014

Martedì 10 giugno 2014 alle ore 19, nell’ambito di FotoLeggendo/10 2014, si inaugura a INTERZONE GALLERIA la mostra IL TEMPO DELLA MESSE, istantanee di Marco Spaggiari.


Perché una immagine sia una immagine occorre sia, tendenzialmente, non trasparente, ovvero occorre che assuma su di sé la responsabilità di far vedere, di portare a visibilità ciò che, altrimenti, resterebbe non vedibile.” (Luca Farulli)


Il Tempo della Messe è un'esposizione di oltre settecento scatti polaroid sedimentati in 25 immagini. Istantanee singole e composite, in tiratura unica, strutturate in scatti sovrapposti da un fotografare che mira oltre il visibile alla ricerca di altra forma nella forma. Un ricostruire, non un rappresentare, che cerca di render concreto ed esperibile un mondo visuale nato dal sensorio e dall'immaginato. Immagini che scandagliano prevalentemente il territorio reggiano giocano sospese con le prime nebbie del mattino, tra pali della luce, casolari immersi in lande dove tracce e solchi inscrivono nella terra la poeticità di una provincia tutta. Polaroid che come dei dispositivi cercano di portare a visibilità tutta la belligeranza possibile quale antagonista della menzognera armonia che riveste il sensibile. Nel manifestarsi del gesto irripetibile si trovano condensati sensorialità e pensiero nati in un mondo che anche in questo preciso istante “accade”. Come lo stesso Marco Spaggiari scrive: “Gesti che nascosti accadono, necessari come noi, mentre noi d'altro si ‘vive’”.


Opere realizzate tra il 2012 ed il 2014 su pellicola Fujifilm FP3000b e FP100c con un apparato Polaroid Colorpack III del 1970.


La mostra è realizzata in collaborazione con CameraOscura di Roma.


Book: Il Tempo della Messe, INTERZONE, 2014, pp. 68  [special edition + poster autografo in 1/25 copie]


Il fotografo Marco Spaggiari sarà presente al vernissage della mostra Martedì 10 giugno 2014 alle ore 19.


Marco Spaggiari nasce a Correggio (RE), il 26 Aprile 1974; vive e lavora a Fabbrico (RE). Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Bologna nel corso di pittura tenuto dal professore Massimo Pulini nel 2009 con una tesi dal titolo “Un diario ceduo - Un percorso fra convenzionalità e spregiudicatezza della forma da Delacroix a Cézanne” (relatrice Cristina Frulli; Storia dell'Arte), e nel 2012 con una tesi dal titolo “L'atto fotografico, coscienza del mondo” (relatore Luca Farulli; Estetica e New Media).

esposizioni-riconoscimenti-pubblicazioni:

2013 | settembre, “Polaroid”, esposizione fotografica all'interno dell'iniziativa “Rimini. Foto di Settembre”, in collaborazione con il Comune di Rimini, Museo della Città (Pinacoteca), Rimini;

2013 | maggio, “Semignari”, presentazione della Tesi di Laurea “L'atto fotografico, coscienza del mondo” alla cittadinanza di Correggio, un incontro voluto dalla Biblioteca Correggio in collaborazione con il Centro Culturale Lucio Lombardo Radice, Correggio (RE);

2013 | aprile, “Immagini Occhificate”, esposizione fotografica, presso Galleria Spazio Meme (Carpi - MO) – annessa alla mostra conferenza-dialogica dal titolo “il fotografare: verso altri possibili” con il prof. Luca Farulli;

2012 | novembre, “Immagini Occhificate”, esposizione fotografica, presso Libreria Modo Infoshop (Bologna) – annessa alla mostra, presentazione del catalogo omonimo in edizione limitata e conferenza-dialogica dal titolo “sul fotografare” con il prof. Luca Farulli;

2012 | settembre, “Cefeo”, installazione site-specific presso Spinafestival, presso Casa Museo Remo Brindisi, Lido di Spina (Comacchio, FE), opera pubblicata nel catalogo dell'iniziativa;

2011 | marzo, “L'Altrove”, Ferrara;

2011 | gennaio, “Che peccato!”, (Collettivo CENTONOVE), Arte Fiera OFF, Bologna;

2010 | dicembre, “Futuri Trascorsi”, installazione site-specific per il venticinquennale della Coopertiva Coopselios, presso Centro Internazionale Loris Malaguzzi (RE), opera pubblicata nel catalogo dell'iniziativa;

2010 | ago./ott., “La Quarta Dimensione in Quattro Atti” (con il Patrocinio dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, patrocinata dal Comune di Comacchio), presso Palazzo Bellini, Comacchio (FE), opera pubblicata nel catalogo dell'iniziativa;

2010 | agosto, “Ant Work – Giovani produzioni in rete tra Modena, Reggio Emilia, Parma” (promossa dal comune di Reggio Emilia, Spazio Gerra, Officina delle Arti, con il contributo di Fondazione Manodori), presso Spazio Gerra (RE);

2010 | luglio, “Biennale delle Arti città di Molinella” (in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Bologna, con il patrocinio del Comune di Bologna), Molinella (BO);

2010 | marzo, “6° Biennale Concorso di Pittura Contemporanea Pierpaolo Germano Tassi” (primo premio), Vignola (MO);

2009 | agosto, “Immagini per un archivio storico della Pietà”, presso Chiesa di S. Giovanni Battista, Penne (PS);

2009 | luglio, “Il gioco”, Torre Civica, Nobiliaria (PU);

2009 | giugno, “Strategia dell’Enigma” (dir. Artistico), Notte Bianca, Correggio (RE);

2009 | maggio, “Giovane Pittura”, (patrocinata dal Comune di Reggio Emilia, dall’Assessorato Cultura e dai Musei Civici), presso Officina delle Arti, Reggio Emilia;

2008 | dicembre, “Immagina – Arte Fiera di Reggio Emilia”, (selezione studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna), Reggio Emilia, opera pubblicata nel catalogo dell'iniziativa;

2008 | giugno, “Trapassato presente” (dir. Artistico della collettiva), Notte Bianca, Correggio (RE);

2008 | giugno, “Borborigmi”, Soppalco Davide Benati, Accademia Clementina, Bologna;

2008 | maggio, “Crespellano in Arte” (selezione studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bologna), Crespellano (BO) – opera pubblicata nel catalogo dell'iniziativa;

2007 | giugno, “A furor’ di popolo” (dir .Artistico della collettiva), Notte Bianca, Correggio (RE);

2006 | giugno, “All’incrocio”, Torre Civica “Campanon”, Guastalla (RE);

2005 | dicembre, “Paranoica”, Palazzo dei Principi, Correggio (RE);

2005 | settembre, “Treperdue”, Torre Civica, San Polo d’Enza (RE);

2005 | luglio, “Fuori i Talenti – giovani artisti nelle gallerie della città”, patrocinata dal Comune di Reggio Emilia, dall’Assessorato Cultura e dai Musei Civici - opere pubblicate nel catalogo dell'iniziativa;

2005 | marzo, “Il Senza Titolo”, Cavriago (RE); 2004 | settembre, “Donne Disegni”, Galleria Metamorfosi (RE);



IL TEMPO DELLA MESSE | Marco Spaggiari

a cura di Michele Corleone

in mostra 10.06.2014 | 25.07.2014

martedì - venerdì, ore 15 – 20,30


###


[ENG]

THE HARVEST TIME | snapshots by Marco Spaggiari

“To be considered as is, an image should, by nature, be non-transparent. In other words it should allow you to see, or disclose, what, otherwise, will not be seen.” (Luca Farulli)

The Harvest Time is an exhibition of over seven hundred polaroid snapshots framed inside 25 portrays. Unique pieces of single and multiple exposures, organized in overlapped shoots, searching for another type of form, beside the appearance, through the act of photography. Recreating, instead of representing, with the intention of making real and express a visual world originating from the senses and imagination.

Images, mostly from the countryside surrounding Reggio Emilia, playing in suspense with the early morning fog, between the power line and nearby rural houses, where the poetry of the whole province is scratched by traces and scarves. Polaroids are devices aiming to show the polarity governing the tangible world. The emergence of the irreproducible act condenses the senses and thoughts originating from a flowing world. Like Marco Spaggiari writes: “Invisible actions are essential and they occur everyday, while we are living our lives without paying attention to them”. Images produced with a 1970 Polaroid Colorpack III on Fujifilm FP3000b and FP100c film between 2012 and 2014.

Marco Spaggiari, born in Italy in 1974, presently lives and works in Fabbrico (Reggio Emilia). He obtains academic degree in painting (Prof. Massimo Pulini) at the School of Fine Arts in Bologna in 2009 and 2012 with graduated works on Art History and Aesthetic. Following a natural need of presenting transmedia images, he’s involved with the same intensity in photography, drawing, painting with the aim to bring out the moment of knowability researching ways to wake up new senses. Presently he works on numerous exhibitions, publications and pursues his career with conferences and researches.