MASQUERADE
Bellatalla CalabreseGozzi
Gaetano de Crecchio

2 maggio 2018 ore 21

Mercoledì 2 maggio 2018, INTERZONE GALLERIA, presenta MASQUERADE, performance intorno al lavoro fotografico di Gaetano de Crecchio Visioni InfraSottili in esposizione fino al 4 maggio 2018 a INTERZONE.

 

Ci troviamo qui tra i lavori di Gaetano de Crecchio, etnografo visivo, in un luogo dove “l’abbandono fa da padrone, da scenografia”.

Luoghi dimenticati che riprendono vita, un passato che ritorna in un presente obliato. Fantasmi, maschere, parure, apparenze, dissolvenze, calchi.

Il tempo, i luoghi, le identità, le fisionomie si confondono, si sovrappongono, si scambiano - come personaggi che, fuggiti dalla loro cornice di riferimento, vagano in altri paesaggi, creando un mondo incantato.

 

In questa performance, Roberto Bellatalla, Antonia Gozzi e Giacomo Calabrese, daranno forma alle apparizioni, alle apparenze, alla potenza di un gioco illusionistico, in un dialogo costante tra musica/movimento e immagine/immaginazione. Questa illusione delle apparenze apre al mistero, brilla come non-senso ed entra nella seduzione.

 

Roberta Bellatalla, contrabbasso

Giacomo Calabrese, danza

Antonia Gozzi, elettronica

www.gaetanodecrecchio.com/

 


Roberto Bellatalla, contrabbassista. Dopo alcune esperienze musicali in Italia, con Guido Mazzon, Mario Schiano, Gaetano Liguori, Massimo Urbani, Edoardo Ricci, Filippo Monico, si trasferisce ad Amsterdam, per far parte del gruppo del violoncellista Tristan Honsinger, insieme a Radu Malfatti, Sean Bergine, in seguito, Toshinori Kondo. Si trasferisce in seguito a Londra, tra il 1977 ed i '78 e là risiede e lavora fino al 2003. Entra a far parte di un nutrito gruppo di musicisti che si muovono in un ambito musicale di ricerca e improvvisazione, tra jazz e musica contemporanea d'avanguardia. Di questo lavoro restano numerose registrazioni in vinile/cd, e radiofoniche. In particolare meritano menzione le collaborazioni, negli anni, con Elton Dean, Nick Evans, Keith Tippett. Louis Moholo, Paul Rogers, Paul Dunmall, Marks Sanders, Tony Marsh, Jim Dvorak, Trevor Watts, Jason Yarde, John Stevens, Steve Noble...per citarne alcuni e la sua apparteneza, più che ventennale a gruppi quali Dreamtime e Viva la Black. Insieme a questi musicisti, negli anni, lavora diffusamente in Gran Bretagna e in giro nel mondo. Tornato in Italia collabora principalmente con Sandro Satta, Fabrizio Spera, Mike Cooper, Antonello Salis e Antonia Gozzi. Molto attivo con la danza, partecipa a diverse edizioni dello "Zip Festival" di contact dance a Orvieto, di Trasormazioni butoh festival di Roma e a diversi workshop di contact e danza improvvisata. Dal gennaio al giugno 2013, insieme alla coreografa Marisa Brugarolas, tiene un seminario di danza integrata presso l'Accademia di Spagna a Roma. Partecipa al festival di danza Inesperadamentee ad altri progetti di danza a Murcia e Madrid. L'interesse per l'interazione tra parola e suono, portano alla collaborazione con gli attori Cosimo Cinieri, Antonio Bilo Canella, Antonino Iuorio, Daniela Stanga, Ubaldo Lopresti, Francesca De Nicola e con lo scrittore Giampaolo Morelli. Vive e risiede in provincia di Roma, dove dirige un workshop di musica improvvisata per giovani musicisti.

Giacomo Calabrese, è danzatore-performer e insegnante. Si è laureato con Lode presso l'Accademia Nazionale di Danza di Roma. Pratica Tai Ji Quan-Qi Gong raggiungendo una più profonda conoscenza del corpo e del movimento. Dal 1998 segue l'attività del performer inglese Julyen Hamilton. Crea un suo metodo per l’insegnamento della Instant Composition attraverso una ricerca che fonde la pratica del Tai Ji Quan-Qi Gong con i concetti osteopatici della Terapia Manuale Posturale - TMP. Ha lavorato sia come coreografo/interprete per varie Compagnie di fama internazionale in Italia e all’estero, sia come performer creando diversi lavori originali di danza-voce-video per teatri e spazi non convenzionali. È invitato regolarmente a festival di Danze Urbane e collabora, inoltre, con danzatori e musicisti in eventi collettivi di improvvisazione; è co-fondatore della Compagnia Âme-de-Fonds con sede a Neuchâtel in Svizzera (www.lechambart.blogspot.it). Insegna Instant Composition, Tecnica di danza contemporanea e Tai Ji Quan-Qi Gong.

Antonia Gozzi, musicista, compositrice, pianista, performer. Studia pianoforte al Conservatorio di Bologna sotto la guida del pianista, compositore e artista visivo Daniele Lombardi. Si forma attraverso esperienze musicali eterogenee: dalla contemporanea all’elettronica, dall’improvvisazione al jazz, alla musica di scena. Attiva soprattutto come compositrice, l’indagine sulla ricerca sonora l’ha portata verso esperienze artistiche interdisciplinari per entrare in dialogo con le strutture proprie di altri linguaggi (parola, immagine, corpo, scena). Ha composto ed eseguito musiche per il teatro approfondendo il rapporto parola suono (D.Dimitriadis, L.Gozzi, O.Py, J.Pommerat, A.Demattè, ecc.), lavorando con compagnie teatrali e produzioni in Italia e all’estero (T.N.E., Arena del Sole, Théâtre de l’Odéon, Scène National D’Orleans, Compagnie des Orties, ecc). Ha composto musiche per la danza (Cie Twain, Alessandra Cristiani, Melissa Lohman, Giacomo Calabrese, ecc.), per documentari, video-arte e istallazioni di artisti visivi (Laura Liverani, Matthias Biberon, ecc). Suona nella Iato Orchestra di Roma.


Inizio performance ore 21 | Durata performance 60 minuti

E’ consigliata la prenotazione: info@interzonegalleria.it – T. 347.5446148
 

GAETANO DE CRECCHIO | VISIONI INFRASOTTILI
in mostra 10.04.2018 | 04.05.2018
martedì - venerdì, ore 15–20

sabato, su appuntamento telefonico